About

Sono una aspirante scrittrice di 25 anni e al momento abito a Milano. Nutro una forte passione per tutto quello che ha a che fare con lo storytelling e/o la parola scritta, e perciò adoro pazzamente anche fare editing, scrivere sceneggiature ed essere una ghostwriter.
Puoi leggere di più sulla mia vita privata su Medium, dove mi do alla creative nonfiction.

Come Editor

Credo che un testo che non necessiti di editing semplicemente non esista. Non c’è nessuno scrittore che sia così bravo da non avere bisogno dell’aiuto di un editor – un punto di vista esterno e professionale è sempre la chiave per un prodotto migliore. Quando lavoro come editor, approccio il testo basandomi sui principi di base dello storytelling, sempre cercando di preservare la voce personale dell’autore. Sono metodica, scrupolosa e precisa.

Puoi scoprire a quali regole io faccia riferimento e come affronto l’editing leggendo i miei articoli a proposito di tecniche narrative. Se sei interessato al mio lavoro come editor freelance, puoi saperne di più sulla pagina dedicata.

Come Ghostwriter

Un giorno mi sono accorta che quello che davvero mi impediva di essere una scrittrice prolifica era l’idea che tutto quello che mettevo giù nero su bianco dovesse essere coerente con ciò che gli altri pensavano di me. Mettere il mio nome sulla copertina mi faceva sentire limitata, come se potessi scrivere solo di cose che tutti sapevano io sapessi, e solo in uno stile che fosse adatto a come mi presentavo nella vita reale. È stato allora che mi sono innamorata dell’idea di diventare una ghostwriter.

Scrivere per qualcun altro mi permette di scacciare lo stress e concentrarmi sulla qualità del prodotto finale. Provo un reale piacere nel fare del mio meglio per soddisfare le aspettative del cliente: trovare una voce unica per ogni autore che rappresento è per me una sfida stimolante, che mi permette di mettere alla prova le mie abilità.

Se vuoi sapere di più sulla mia attività da ghostwriter, puoi fare riferimento a questa pagina dedicata.

Come Scrittrice

Lavoro sempre a due o tre progetti diversi nello stesso momento; mi attengo ad un metodo molto strutturato, ma ho anche bisogno di sentire visceralmente la storia per poterne scrivere. Sento di stare sempre imparando qualcosa di nuovo, e perciò sono sempre alla ricerca di nuovi manuali e articoli che trattino di pianificazione della trama, costruzione dei personaggi, scrittura dei dialoghi, e così via. Questo blog è un diario abbastanza accurato di ciò a cui sono via via interessata.

Cerco di leggere molto e mi sforzo di esplorare titoli che forse non prenderei spontaneamente in considerazione. I miei generi letterari preferiti da leggere e di cui scrivere comprendono (ma non si limitano a) la transgressive fiction, la hard-boiled fiction, la chick-lit, le autobiografie, l’urban fantasy, il folklore-based fantasy, alcuni tipi di letteratura dell’orrore, high fantasy e literary fiction.

Benchè io non mi vergogni affatto di chiedere di essere pagata per il mio lavoro come editor o ghostwriter (e perchè dovrei?), quando si tratta della mia arte mi assicuro che sia disponibile gratuitamente. Il motivo principale e più importante è questo video di Amanda Palmer – e non ne farò un riassunto perchè quindici minuti sono già troppo pochi.
Inoltre, preferisco di gran lunga essere fiera e convinta di qualcosa, anche se non è l’anatra dalle uova d’oro, che pentirmi di aver scritto qualcosa solo perchè era quello che voleva il mercato. Questo non vuol dire che io pensi di essere troppo brava per avere un editor (anche se al momento non me ne posso permettere uno); ho bisogno di essere letta e giudicata per crescere e migliorare.

Sei libero di leggere tutti i miei scritti alla pagina Personal Works.

This page in English >